Patti24

News

 Breaking News

SAN PIERO PATTI – Intervento sostitutivo del commissario ad acta. Diffidati i consiglieri comunali

SAN PIERO PATTI – Intervento sostitutivo del commissario ad acta. Diffidati i consiglieri comunali
Agosto 09
17:54 2016

Con provvedimento prot.n° 9478 del 09.08.2016 il Commissario ad acta della Regione Sicilia si è insediato, a seguito di richiesta da parte dell’Amministrazione Comunale, ed ha esercitato l’intervento sostitutivo a causa della mancata approvazione da parte del Consiglio Comunale del bilancio di previsione e di tutti i documenti propedeutici ad esso.

Nell’atto sostitutivo il Commissario, Dott. A. SAJEVA, ha ribadito che l’approvazione del bilancio è atto indifferibile ed urgente . Infatti, la mancata approvazione da parte dei Consiglieri, comporterà lo scioglimento del consiglio entro 30 giorni, proprio in forza della loro natura obbligatoria.

Inspiegabilmente i consiglieri DI DIO Fabio, PAGANA Francesco, DI BELLA Gianluca, CAMUTI Gianluca, SCHEPISI Alfonso, LA BELLA Mario, ARDIRI Graziella e PAGLIAZZO Vincenzina , nella seduta del 28 luglio u.s. hanno determinato la non approvazione del DUP (documento unico di programmazione) atto propedeutico al bilancio, con l’impossibilità di procedere all’approvazione del bilancio stesso, causando disagi e potenziali gravissimi danni, i quali, ogni giorno che passa, diventano sempre più reali ,così come manifestato anche nella nota prot 9451 del Responsabile dell’Area tecnica. A nulla sono valse le spiegazioni dei funzionari, del revisore dei conti e del segretario generale date ai consiglieri, che hanno continuato a sostenere inesistenti illegittimità degli atti. La non veridicità delle loro affermazioni è stata confermata dall’intervento sostitutivo del Commissario, il quale ha verificato la assoluta legalità e correttezza di tutti gli atti e le procedure dell’Amministrazione Comunale ed ha convocato il consiglio per giorno 12 agosto 2016 in seduta urgente, ritenuto <>.

Per quel che riguarda la nota integrativa al DUP, il Commissario ha addirittura intimato di approvarlo <<così come modificato e integrato dall’emendamento tecnico>> presentato e sottoscritto dall’assessore al bilancio, con il quale si correggevano due errori materiali uno nella proposta presentata dal presidente del consiglio, mancante del termine “approvare” e l’altro riguardante <> ovvero di una discordanza grafica tra la deliberazione del Piano e il testo riportato nel DUP. In data odierna addirittura i sopracitati consiglieri (escluso SCHEPISI ) hanno presentato una proposta di ritiro della delibera di consiglio del 18 luglio u.s. , continuando inspiegabilmente a affermare quanto già chiarito nella seduta del consiglio del 22 luglio u.s. , ovvero che è tutto legittimo e regolare e che il Commissario ovviamente, avendogliela sottoposta il Presidente del Consiglio, dopo averla letta, non ha nemmeno preso in considerazione, per diverse motivazioni tra le quali alcune di ordine giuridico e poiché mancava dei presupposti fondamentali per poterla considerare .

Naturalmente tutta questa vicenda è chiaramente un tentativo di ritardare in ogni modo l’approvazione del bilancio, non comprendendo che il danno viene fatto solo ai cittadini.

Ad eccezione dei Consiglieri TRICOLI Nunzio, MARTINO Francesca, GULINO Gino, BALLOTTA Salvatore, BONGIOVANNI Salvatore e TARANTO Salvatore ( assessore al bilancio ) che hanno approvato i predetti documenti con grande senso di responsabilità ed interesse per la collettività, questo Consiglio Comunale ha ormai purtroppo mostrato di non essere in grado di assolvere al suo ruolo: proposte discusse dopo mesi, determinazioni non politiche ma semplicemente tecniche, di cui tra l’altro i consiglieri non hanno competenza giacchè la regolarità è certificata dai pareri dei funzionari , incapacità ad approvare anche i documenti essenziali come il bilancio, al quale fra l’altro non sono stati presentati emendamenti, chiara dichiarazione che il bilancio va bene così come è.

Adesso il consiglio ha 30 giorni per completare tutto l’iter anche se ogni giorno che passa diviene sempre più forte il concretizzarsi di reali danni. Se non lo approveranno, il civico consesso verrà sciolto dopo aver dato una delle peggiori prove di sé! È la seconda volta in poco meno di un anno che il Commissario della regione deve sostituirsi ai consiglieri diffidandoli ad approvare un documento che loro non hanno la facoltà di non approvare! Oltretutto il nostro è uno dei pochi comuni in grado di poter approvare un bilancio peraltro in cui sono garantiti tutti i servizi, tenendo sempre le tasse al minimo, non introducendo la Tasi, trovando i soldi per la promozione culturale e turistica e ben centomila euro per la sistemazione delle strade comunali! Insomma un bilancio invidiato e invidiabile dalla maggior parte dei comuni che non riescono a pagare nemmeno i fornitori e le fatture, mentre la media di pagamento di questo ente è di 19 giorni! A tutto questo inspiegabilmente i consiglieri sopra citati dicono no e non fanno altro che ritardare qualunque deliberazione! Credono forse che i cittadini non vedano e non comprendano! Questa amministrazione è sempre pronta ad un dibattito pubblico per mostrare l’inconsistenza e l’assoluta incapacità politica di questi oppositori a tutti i costi, di coloro che san dire solo no per creare problemi e impedimenti senza fondamento!

L’Amministrazione Comunale

 

 

Redazione da comunicato stampa

 
Patti 24
Gruppo Chiuso · 15.270 membri
Iscriviti al gruppo
 

“Il mondo è iniquità: se lo accetti sei complice, se lo cambi sei carnefice.”

Jean-Paul Sartre

RSS Sicilia