Patti24

News

 Breaking News

PATTI – Santa Febronia. Il ritorno a casa, dopo 50 anni

PATTI – Santa Febronia. Il ritorno a casa, dopo 50 anni
luglio 11
16:27 2018

“Il ritorno a casa, dopo 50 anni, delle sacre reliquie di Santa Febronia”. Così don Enzo Smriglio, arciprete della Cattedrale “san Bartolomeo”, introduce il programma dei festeggiamenti in onore della patrona e concittadina Santa Febronia, che quest’anno si arricchirà di un evento “speciale”.

Infatti, proprio dopo 50 anni, “torneranno” a Patti, da Minori (dov’è venerata con il nome di Trofimena), le reliquie della patrona, un evento che – aggiunge Padre Enzo – “per tutti noi – pattesi di nascita e di adozione – è l’occasione per ringraziare, ancora una volta, il Signore per il dono che ha fatto alla nostra città di Patti, facendovi nascere la giovane vergine e martire”.

Reliquie Santa Febronia

Le reliquie arriveranno in città venerdì 27 luglio e saranno accolte in Piazza Marconi alle 18,30 (presenti cinque bande musicali per dare ancora più gioia al clima di festa). da qui, processionalmente, si raggiungerà la Cattedrale. Oltre ai fedeli pattesi, ad “accompagnare” le reliquie ci saranno il vescovo di Amalfi, monsignor Orazio Soricelli, ed un nutrito numero di fedeli provenienti da Minori, che rimarranno a Patti tutti i giorni della festa.

“La festa quest’anno – sottolinea a tal proposito don Enzo Smriglio – ci offrirà l’opportunità di manifestare la nostra cordiale accoglienza e fraterna amicizia ai pellegrini che arriveranno da Minori per accompagnare la loro e nostra amata patrona”.

Sabato 28 luglio, alle 10,30, sempre in Cattedrale, sarà celebrata la santa messa per gli ammalati; alle 17,30 è prevista la cerimonia di gemellaggio tra i comuni di Patti e Mionri; alle 19,30 il solenne canto del vespro, presieduto da monsignor Soricelli, presente il vescovo della diocesi di Patti, monsignor Guglielmo Giombanco. Domenica, alle 18,30, sempre monsignor Soricelli presiederà la solenne messa pontificale, cui seguirà la processione delle sacre reliquie e dell’effigie di Santa Febronia per le vie cittadine.

Le reliquie “rientreranno” a Minori lunedì 30 luglio, dopo la celebrazione della messa di ringraziamento, alle 9,30, in Cattedrale. “Dio, che ci vuole tutti santi, – conclude Padre Enzo Smriglio – attraverso l’esperienza della presenza del corpo della nostra santa concittadina, ci invita a non condurre – come sottolinea Papa Francesco – un’esistenza mediocre, annacquata, inconsistente”.

In preparazione a questi giorni particolarmente intensi, in cui storia, religiosità e devozione si fonderanno in una magnifica unità, domenica 22 luglio, dopo la messa delle 19, in Cattedrale, l’effigie di Santa Febronia sarà collocata sulla vara processionale, con il solenne scampanio e l’esecuzione del tradizionale inno “Diva Trofima”. Dal 24 al 26 luglio sarà celebrato il triduo, con la recita del Rosario (alle 18,15) e della Coroncina e la messa alle 19.

 

 

Nicola Arrigo

“Il mondo è iniquità: se lo accetti sei complice, se lo cambi sei carnefice.”

Jean-Paul Sartre

RSS Sicilia