Patti24

 Breaking News

PATTI – Oltre trenta le perdite della rete idrica. Per Di Santo e Prinzi occorre una programmazione di interventi mirati

PATTI – Oltre trenta le perdite della rete idrica. Per Di Santo e Prinzi occorre una programmazione di interventi mirati
Maggio 25
11:27 2018

“La priorità è l’acqua”. E’ stato questo l’imperativo categorico che ha spinto i consiglieri comunali di opposizione Giovanni Di Santo e Giacomo Prinzi a proporre una mozione, che è stata approvata dal consiglio comunale, sulla programmazione di interventi mirati per l’ammodernamento della rete idrica.

Infatti, sono oltre trenta in questo momento le perdite significative della rete idrica (parecchie da noi sistematicamente segnalate) sul territorio comunale, altrettante quelle di minore entità. “Questi i numeri inaccettabili – sottolineano i due consiglieri – della dispersione di acqua che in questo momento attanaglia la città di Patti”.

“Affrontare questo problema con interventi tampone e “somma urgenza” – aggiungono – non può essere la strategia giusta per uscire dalla crisi, specie a fine maggio, quando del prezioso liquido non potrà esserne sprecata nemmeno una goccia”.

I consiglieri Di Santo e Prinzi, propongono “l’unica seria soluzione a questo problema”: l’individuazione di adeguate risorse, almeno 150mila euro, nell’approvazione del prossimo bilancio comunale 2018, da destinare in maniera specifica ed esclusiva all’ammodernamento della rete idrica sul territorio pattese. I due hanno così presentato la mozione votata in consiglio comunale dalla minoranza, che ha “messo sotto” la maggioranza consiliare, impegnando l’amministrazione comunale a reperire tali risorse.

“Solo con la programmazione oculata e mirata – concludono Di Santo e Prinzi – si potrà trovare soluzione alle infinite perdite del martoriato acquedotto, le cui fuoriuscite costituiscono insidia per i passanti, e che spesso non vengono riparate per diverse settimane, nonostante gli operai dell’Ufficio Tecnico cerchino di gestire l’emergenza continua in costante carenza di personale e di mezzi”.

 

 

Nicola Arrigo

 
Patti 24
Gruppo Chiuso · 15.270 membri
Iscriviti al gruppo
 

“Il mondo è iniquità: se lo accetti sei complice, se lo cambi sei carnefice.”

Jean-Paul Sartre

RSS Sicilia