Patti24

News

 Breaking News

PATTI – Nell’aula magna della scuola elementare ”Radice”, ”salutate” sette insegnanti che andranno in pensione

PATTI – Nell’aula magna della scuola elementare ”Radice”, ”salutate” sette insegnanti che andranno in pensione
Luglio 02
18:05 2018

Nell’aula magna della scuola elementare “Lombardo Radice”, la dirigente Pina Pizzo, i docenti tutti e il personale Ata hanno “salutato” sette insegnanti (due di scuola primaria e cinque di scuola secondaria di primo grado) che andranno in pensione.

Si tratta di Caterina Alampi, Teresa Loiacono, Maria Natoli, Maria Ficarra, Clelia Schepis, Irina Impalà e Maria Teresa Schirò.

Tutte le insegnanti, con la voce rotta dalla commozione, hanno espresso il proprio “grazie”; alcune hanno ripercorso i tratti essenziali del loro “percorso”, ritornando ad alcuni momenti particolarmente belli e significativi.

A nome dei presenti, la dirigente Pizzo che, a sua volta, assieme al Direttore dei Servizi Amministrativi, Nunzio Corica, andrà in pensione, ha voluto accomunare le insegnanti “in un unico abbraccio, anche perché sono cresciute con noi”. “Siate fieri – ha sottolineato la dirigente – di aver raggiunto questo traguardo, ma siate soprattutto fieri per tutto quello che di buono e significativo avete dato e in larga misura ricavato come meritata ricompensa. Avete superato fatiche e difficoltà grazie all’attenzione a questo lavoro che lavoro non è, a questo sogno che avete coltivato tutta la vita con la convinzione che i sogni si realizzano”. “In tutti gli alunni che avete amato, curato e custodito, – ha proseguito – è impressa la parte migliore di voi che spesso silenziosa ha sorretto i loro passi con sicurezza e determinazione”. “A voi che avete seminato – ha concluso – profumo di speranza, auguriamo, dal profondo del cuore, salute e serenità per il vostro roseo futuro. Grazie, vi vogliamo bene. Tutti”.

 

 

Nicola Arrigo

 
Patti 24
Gruppo Chiuso · 15.270 membri
Iscriviti al gruppo
 

“Il mondo è iniquità: se lo accetti sei complice, se lo cambi sei carnefice.”

Jean-Paul Sartre

RSS Sicilia