Patti24

 Breaking News

PATTI – Bancarotta fraudolenta, misure interdittive per gli amministratori dell’ex Caleca Italia

PATTI – Bancarotta fraudolenta, misure interdittive per gli amministratori dell’ex Caleca Italia
Giugno 19
17:58 2015

Bancarotta fraudolenta per distrazione e bancarotta societaria nell’ambito del fallimento dell’ex azienda “Caleca Italia” (oggi Ceramiche del Tirreno). Sono queste le accuse mosse all’imprenditore pattese Gaetano Caleca e alla moglie Rosanna Giacalone a margine di “lunghe e complesse indagini” condotte dagli uomini della Guardia di Finanza di Patti sotto il coordinamento e la direzione del Procuratore capo della repubblica Rosa Raffa su disposizione del Gip del tribunale di Patti Eugenio Aliquò.

Per i coniugi sono scattate due misure cautelari interdittive: un provvedimento che di fatto vieterà ai due di esercitare per un anno e in qualsiasi forma, anche indiretta, “imprese o uffici direttivi delle persone giuridiche e delle imprese , ovvero la carica di amministratore, liquidatore, sindaco e altro”.

Secondo quanto reso noto dal comando delle fiamme gialle, i due avrebbero “distratto risorse dal patrimonio societario cedendo a un prezzo incongruo il ramo d’azienda ”.
L’altro capo d’accusa riguarderebbe, invece, la falsificazione dei bilanci societari al fine di “occultare il reale stato patrimoniale e finanziario della società” che i due gestivano, determinando il dissesto dell’azienda con una “perdita reale di oltre 6 milioni di euro”.

Coinvolte nell’indagine anche due persone, raggiunte da avviso di garanzia per aver determinato, in concorso con Caleca e Giacalone, il dissesto dell’azienda e la distrazione dei beni dalla società fallita.

Redazione

Se adeguarsi vuol dire rubare, io non mi adeguo.

Cronaca Messina e Provincia

    MILAZZO – Tentata rapina impropria in un esercizio commerciale. Arrestato 64enne originario di Monforte San Giorgio

MILAZZO – Tentata rapina impropria in un esercizio commerciale. Arrestato 64enne originario di Monforte San Giorgio

Read Full Article
    MILAZZO – Irrompe nella cooperativa sociale in cui era stato ospite e tenta un’estorsione. Arrestato cittadino straniero 24enne.

MILAZZO – Irrompe nella cooperativa sociale in cui era stato ospite e tenta un’estorsione. Arrestato cittadino straniero 24enne.

Read Full Article
    SANT’AGATA DI MILITELLO – Estorsione aggravata dal metodo mafioso ai danni di un 42enne di Capo d’Orlando. Arrestato 62enne.

SANT’AGATA DI MILITELLO – Estorsione aggravata dal metodo mafioso ai danni di un 42enne di Capo d’Orlando. Arrestato 62enne.

Read Full Article
    MILAZZO – Percepiva il reddito di cittadinanza ma aveva barca a vela immatricolata in Belgio

MILAZZO – Percepiva il reddito di cittadinanza ma aveva barca a vela immatricolata in Belgio

Read Full Article
    MESSINA – Non accetta la richiesta di separazione ed aggredisce violentemente la moglie. Arrestato iraniano

MESSINA – Non accetta la richiesta di separazione ed aggredisce violentemente la moglie. Arrestato iraniano

Read Full Article
    TERME VIGLIATORE – Operazione “Take Away”, spaccio di sostanze stupefacenti. Eseguite 4 misure cautelari

TERME VIGLIATORE – Operazione “Take Away”, spaccio di sostanze stupefacenti. Eseguite 4 misure cautelari

Read Full Article
    LETOJANNI – Controlli sulla filiera agroalimentare. Sequestrati oltre 20 kg di carne priva di tracciabilità.

LETOJANNI – Controlli sulla filiera agroalimentare. Sequestrati oltre 20 kg di carne priva di tracciabilità.

Read Full Article
    LIPARI – Stavano asportando carburante da un serbatoio della centrale elettrica. Arrestati un uomo e una donna

LIPARI – Stavano asportando carburante da un serbatoio della centrale elettrica. Arrestati un uomo e una donna

Read Full Article
    FRANCAVILLA DI SICILIA – Aggredisce gli anziani genitori. Arrestato 57enne

FRANCAVILLA DI SICILIA – Aggredisce gli anziani genitori. Arrestato 57enne

Read Full Article
    MESSINA – Condannato all’ergastolo e detenuto in regime del 41 bis continuava a gestire aziende confiscate. Misure cautelari nei confronti di 6 componenti il nucleo familiare di un esponente del clan mafioso dei “barcellonesi”.

MESSINA – Condannato all’ergastolo e detenuto in regime del 41 bis continuava a gestire aziende confiscate. Misure cautelari nei confronti di 6 componenti il nucleo familiare di un esponente del clan mafioso dei “barcellonesi”.

Read Full Article

Se adeguarsi vuol dire rubare, io non mi adeguo.