Patti24

 Breaking News

PATTI – Amministrative 2016. Programma del candidato a Sindaco Domenico Miragliotta

PATTI – Amministrative 2016. Programma del candidato a Sindaco Domenico Miragliotta
Maggio 28
12:00 2016

Lista 9 - Nino Miragliotta

PATTI e TINDARI 2020

 

  • Realizzazione di un sistema turistico integrato e organizzato
  • Rilancio del settore agroalimentare di qualità
  • Recupero, tutela e valorizzazione dei beni culturali
  • Coesione sociale e sostegno ai più deboli
  • Igiene e decoro urbano, politica energetica comunale, differenziata e riciclo, verde pubblico ed aree attrezzate, per rendere Patti città di transizione
  • Sviluppo delle potenzialità individuali delle singole frazioni

DOMENICO “NINO” MIRAGLIOTTA
CANDIDATO SINDACO

Sintesi del PROGRAMMA
Elezioni Amministrative 5 giugno 2016

Assessori designati
Ing. Raffaele Maffioli nato a Milano il 28/9/63
residente a Librizzi, C/da Pantano n. 16
Alioto Nunzio nato a Patti il 6/7/71
residente a Montagnareale Via S. Sebastiano snc

Patti 10.5.2016

 


Il candidato Domenico Miragliotta ha successivamente trasmesso alla nostra redazione un comunicato che integra e completa la sintesi presentata agli uffici elettorali del comune di Patti. Il comunicato è riportato di seguito.


 

“Patti e Tindari 2020”

La nascita di nuove realtà geopolitiche ed economiche ha determinato una realtà competitiva differente nella quale il territorio non rappresenta più soltanto un’area geografica, con confini politici e fisici ben delineati, ma un contesto che, inevitabilmente, dovrebbe essere maturo per sviluppare nuove idee, per aiutare nuove professionalità, per sostenere la crescita ed il consolidamento dell’economia.
Dovrebbe divenire fonte di creatività, nella quale possono prendere forma, in un unico sistema coordinato ed integrato, le diverse espressioni dei tempi: l’economia, la tecnologia, il turismo, la storia, l’arte, le tradizioni, la cultura e l’ambiente.
I territori, intesi in senso completo ed esaustivo, infatti, sono entrati in una realtà di competitività e concorrenza, in termini di qualità delle infrastrutture, di servizi al cittadino, di progetti innovativi e di attrazioni di competenze eccellenti, atta a contribuire specificatamente al successo degli investimenti intellettuali ed economici.
Un territorio si fonda sull’identificazione dell’insieme di quei valori e vocazioni che lo contraddistinguono ed è tale perché, oltre alla sua componente morfologica e naturale, vi si può identificare una comunità che, nel corso del tempo, ha conferito a quella area specifica personalità, stili di vita, cultura, rendendola unica, distinguibile e riconoscibile.
In tale contesto, diventa auspicabile l’applicazione di nuove tecniche di sviluppo e l’adozione di azioni amministrative volte a promuovere, a livello locale e ove possibile, nazionale e internazionale, delle caratteristiche produttive, dei beni e degli elementi di valore legati al nostro comprensorio, con lo scopo di costituire un’aggregazione di servizi, infrastrutture, possibilità imprenditoriali.
Al di là di quello che è il normale e ordinario governo di un Comune, ovvio dovere di ogni Amministratore, obiettivo preciso del nostro programma è quello di ottimizzare le risorse fisiche, naturali, produttive per giungere ad un interessamento da parte degli attori coinvolti (cittadini, enti governativi, associazioni, turisti, potenziali investitori) che porti ad una crescita economica e sociale
tangibile e strutturata, ed un potenziale consolidamento della comunità stessa.
Il programma elettorale per le elezioni amministrative del 5 giugno 2016 nel Comune di Patti si articola in obiettivi espressi in sei macroaree, interdipendenti e omogenee, strutturate per step operativi concreti e realizzabili.

1. Realizzazione di un sistema turistico integrato e organizzato. Censimento e mappatura delle strutture turistico ricettive e dei punti di interesse del territorio.
– Creazione di un marchio di qualità delle strutture turistico-ricettive, di cui il Comune si fa garante attraverso la formulazione di un disciplinare e la successiva creazione di un Consorzio.
– Georeferenziazione di tutte le attività legate al settore turistico o connesse ad esso.
– Creazione della figura del “social media manager”.
– Integrazione dei servizi pubblici e privati
– Incentivazione di attività di collaborazione con gli Istituti Scolastici territoriali.
– Coinvolgimento dei Comuni viciniori per la tutela, la valorizzazione e la promozione dell’intero territorio.

2. Rilancio del settore agroalimentare di qualità. Creare incubatori per i giovani meritevoli e start up innovative attraverso la collaborazione con l’Istituto per l’Agricoltura di Patti e con le Università.
– Sostenere a naturale vocazione agricola del territorio, agevolando le imprese già esistenti o di nuova costituzione (anche attraverso a consulenza gratuita di un pool di esperti, appositamente individuati; particolare supporto verrà fornito alle aziende votate alle colture biodinamiche che, non solo rappresentano un mercato in grande espansione, ma identificano un territorio e lo tutelano.
– Sostenere accordi di filiera.
– Sostenere i processi di trasformazione, creando valore aggiunto, concedendo, ad esempio, le strutture Comunali a prezzi simbolici.
– Riproporre e attuare il progetto “Strade e rotte dell’olio e del vino-Terre di Tindari”.
– Avviare il mercato del contadino itinerante.
– Dare concretezza al la De.Co. (Denominazione Comunale) affinché produca effetti tangibili.
– Incentivare un sistema di imprese caratterizzate da un’elevata identità territoriale.
– Inserire il territorio pattese e quello dei Comuni limitrofi, attraverso la realizzazione dei sopracitati punti, all’interno del circuito del turismo enogastronomico.

3. Recupero, tutela e valorizzazione dei beni culturali
– Creare sinergie con i privati per il recupero, la gestione e la valorizzazione dei beni culturali e per integrarli nel sistema turistico ricettivo.
– Promuovere la nascita sul territorio di una scuola di recupero e restauro di beni culturali e di arti e
mestieri.
– Moltiplicare gli investimenti in cultura anche attraverso il project financing e la nascita di fondazioni.

4. Coesione sociale e sostegno ai più deboli
Avviare tutte le azioni necessarie affinché occupazione, casa, reddito, sport, salute e formazione siano patrimonio di tutti attraverso

– solidarietà sociale e sostegno alle fasce più deboli
– lotta alla ludopatia e altre dipendenze
– sostegno economico e tecnico alle attività sportive e ludico – ricreative.

Trasparenza amministrativa.

5. “Patti città di transizione”: ambiente, igiene e decoro urbano, politica energetica comunale, raccolta differenziata e riciclo, verde pubblico ed aree attrezzate.
– “I cento giorni”: i primi 100 giorni del nostro mandato saranno dedicati alla cura dell’igiene e del decoro urbano in tutte le sue forme.
– Avvio immediato della raccolta differenziata porta a porta e delle attività di compostaggio domestico e comprensoriale.
– Individuazione di nuove zone da destinare a verde pubblico ed aree attrezzate, implementando luoghi di aggregazione e riqualificando il territorio sotto il profilo ambientale ed estetico.
– Piano dei colori: rimodulazione, attuazione e controllo.
– Riqualificazione edifici pubblici.
– Mobilità sostenibile.
– Creazione parchi culturali.
– Realizzazione all’interno del “Parco Robinson”, più precisamente nell’area ex forestale, di una zona attrezzata adibita allo sviluppo di piante da utilizzare per il decoro e il verde pubblico della città e creazione di un orto botanico e sviluppo di attività ad esso connesse.

6. Sviluppo delle potenzialità delle singole frazioni. Le frazioni saranno intese come opportunità e risorsa, programmandone lo sviluppo in considerazione della loro naturale vocazione:
– turismo verde
– turismo religioso
– turismo culturale e balneare
– escursioni naturalistiche
– centri sportivi
– agricoltura e agroalimentare
– etnostoria e tradizioni.

 

Conforme all’originale salvo errori ed omissioni

 
Patti 24
Gruppo Chiuso · 15.270 membri
Iscriviti al gruppo
 

“Il mondo è iniquità: se lo accetti sei complice, se lo cambi sei carnefice.”

Jean-Paul Sartre

RSS Sicilia