Patti24

News

 Breaking News

PATTI – Presentazione del progetto “Erasmus plus”. Ospiti 26 alunni e 11 docenti stranieri.

PATTI – Presentazione del progetto “Erasmus plus”. Ospiti 26 alunni e 11 docenti stranieri.
Gennaio 15
18:08 2019

Il coro composto da una cinquantina di alunni, coordinato dalla professoressa di Educazione Musicale Milena Leprino, che ha eseguito gli inni nazionali dei sei paesi partner, ha aperto in modo significativo l’incontro, tenutosi nell’aula magna della scuola media “Bellini”, di presentazione del progetto “Erasmus plus”,  patrocinato dalla Comunità Europea, partnariati strategici tra scuole, dal titolo “Beecome”, l’acronimo di “Bees in Europe: an example of challenges over men and environment”, che vede coinvolti sei paesi europei: Francia,  Crozia, Germania,  Austria,  Italia,  Spagna.

L’istituto pattese, diretto dalla professoressa Grazia Gullotti Scalisi, sta ospitando il primo appuntamento, grazie anche alla fattiva collaborazione del comune di Patti e delle famiglie, che stanno ospitando i 26 alunni stranieri, accompagnati da 11 docenti.

“Un’esperienza – ha sottolineato la dirigente Scalisi – molto arricchente, di accoglienza, di divertimento, di socializzazione, di scambio culturale e di esperienze su un tema particolarmente significativo ed attuale. Inoltre, ai nostri ospiti è data la possibilità di apprezzare le nostre bellezze naturali, paesaggistiche, storiche ed architettoniche”.

Le ha fatto eco il sindaco Mauro Aquino che, in un inglese impeccabile, ha portato il saluto di tutta la comunità pattese, esprimendo la gioia di ospitare tale importante evento. Il saluto ai presenti è stato portato anche dalla professoressa Pina Pizzo, dirigente dell’IC “Lombardo Radice” fino al 31 agosto scorso.

Davide Formica ha illustrato il territorio tirrenico-nebroideo, con tutte le sue peculiarità, mentre nello specifico della tematica è entrato Giacomo Emanuele, apicoltore di Galati Mamertino, dove domani insegnanti e studenti saranno ospiti.

Con l’ausilio di power point, i ragazzi delle sei scuole hanno poi illustrato, sempre in lingua inglese, i vari aspetti della tematica.

La tematica del progetto  è stato scelta per l’importanza delle api e il loro rapporto con l’ambiente. Le api sono, infatti, fortemente a rischio per via dei cambiamenti climatici e per l’enorme impatto dell’uomo sull’ambiente. La priorità del progetto proprio  è quella di far conoscere ai ragazzi il ruolo importantissimo nel mantenimento della biodiversità e nella conservazione della natura.

Nel cortile della “Bellini” i ragazzi si sono, infine, cimentati in un gioco didattico. Nel pomeriggio hanno visitato Tindari (Santuario e teatro antico), nei prossimi giorni saranno anche a Castelbuono e Taormina. Domani sera, invece, è in programma una festa sempre nei locali della “Bellini”.

Le scuole del partneriato sono : le collège “Notre Dame” di Marvejols in Francia, coordinatrice del progetto,  “Srednja škola Bedekovčina” in Croazia, “Werner-Heisenberg-Gymnasium – Neuwied” in Germania, “Hbla für Wein- und Obstbau – Klosterneuburg”  in Austria, Istituto Comprensivo “Lombardo Radice – Scuola secondaria di 1° grado “Vincenzo Bellini” di Patti e la scuola secondaria di 1° grado di Montagnareale, “Federación Efas Cv La Malvesia”  di Llombai in Spagna.

Il progetto è coadiuvato dalla professoressa di lingua francese Rosetta Di Nardo e da uno staff composto dai docenti di lingua inglese, professoresse Maria Antonietta Colloca e Franca Giovenco e  dal professore di Scienze Antonino Coletta, che si avvalgono del prezioso aiuto dei professori Giuseppe Pizzardi (Arte) e Alessandro Greco (Lettere).

La riuscita dell’evento, comunque, è dovuta, anche e soprattutto, ad una grande lavoro sinergico, che ha coinvolto tutto l’istituto in tutte le sue componenti, segno evidente che da una proficua collaborazione scaturiscono grandi risultati, con conseguenti, meritati apprezzamenti.

Nicola Arrigo

Patti24 Gruppo

 
Patti 24
Gruppo Chiuso · 14.743 membri
Iscriviti al gruppo
 

“Il mondo è iniquità: se lo accetti sei complice, se lo cambi sei carnefice.”

Jean-Paul Sartre

RSS Sicilia