Patti24

 Breaking News

MESSINA – Imprese tra crisi e rilancio. Dal 3 maggio inizia il “Lunedì di Anpit” per ascoltare e dare voce a tutte le Pmi del territorio.

MESSINA – Imprese tra crisi e rilancio. Dal 3 maggio inizia il “Lunedì di Anpit” per ascoltare e dare voce a tutte le Pmi del territorio.
Aprile 22
12:43 2021

L’associazione nazionale per l’Industria e il Terziario si mette all’ascolto delle aziende e degli imprenditori. Ogni lunedì Anpit Messina mette a disposizione una mail, un numero telefonico e la sede.

Il lockdown ci ha reso tutti più soli e meno “rete” di fronte alla crisi. L’Anpit – Azienda Italia da lunedì 3 maggio è pronta ad ascoltare e dare voce a tutte le Pmi del territorio per condividere percorsi di rilancio e speranza.

Il lunedì di Anpit, ogni settimana- spiega Lidia Dimasi, presidente Anpit Sicilia- metterà a disposizione delle vostre storie imprenditoriali la nostra esperienza, le nostre competenze, le nostre idee che unitamente ad una platea di servizi innovativi potranno favorire la ripartenza delle vostre  realtà imprenditoriali

Anpit Messina, si mette all’ascolto empatico, attento e costruttivo perché nessuno è solo, nessuno deve restare indietro.

Ogni lunedì l’Associazione sarà a disposizione di chi ha già un’attività o deve ancora iniziare un percorso imprenditoriale. Si potrà contattare Anpit a questo indirizzo mail: messina@anpit.it   oppure, dalle 15 alle 20 di ogni lunedì chiamare il  numero telefonico dedicato:  3881869712. Infine è possibile concordare un incontro, nel pieno rispetto della normativa anticovid presso la sede di Messina  in viale Luigi Cadorna,2.

Anpit si mette all’ascolto perché soltanto dando spazio alle voci degli imprenditori si possono dare risposte concrete e creare una rete in grado ricostruire l’economia della Sicilia. 

Redazione da nota stampa

 
Patti24
Gruppo Facebook 16.188 membri
Iscriviti al gruppo
 
 
Patti 24
Gruppo Chiuso · 15.270 membri
Iscriviti al gruppo
 

“Il mondo è iniquità: se lo accetti sei complice, se lo cambi sei carnefice.”

Jean-Paul Sartre

RSS Sicilia