Patti24

 Breaking News

LIPARI – Unità di raccolta sangue dell’ospedale di Lipari, l’attività dell’Asp di Messina nel rispetto delle regole

LIPARI – Unità di raccolta sangue dell’ospedale di Lipari, l’attività dell’Asp di Messina nel rispetto delle regole
Febbraio 12
12:52 2015

In merito alle dichiarazioni diffuse dal presidente dell’Avis di Lipari sulle attività del SIMT di Milazzo, legate alla raccolta sangue presso l’ospedale di Lipari,  l’Azienda sanitaria provinciale di Messina precisa quanto segue:

Gaetano_Cris_presidente_del_Cda_Sciacca_Baratta_001

dott. Gaetano Crisà

La raccolta di sangue rappresenta per l’Asp un’attività fondamentale. IL SIMT di Milazzo, diretto dal dott. Gaetano Crisà, ha sempre operato nel pieno rispetto delle regole e non ha mai avviato alcuna azione volta a contrastare o ostacolare l’Avis di Lipari sul territorio.

L’operato dell’Avis di Lipari ha fatto emergere alcune criticità sul piano economico, aspetti poco chiari che l’ASP sta approfondendo e che sono al tempo stesso già oggetto di verifica e valutazione da parte delle istituzioni giudiziarie preposte a vigilare in materia.

È evidente che sul fronte ospedaliero c’è un solo soggetto autorizzato a stabilire termini e modalità per erogare il servizio: l’Asp. Tutte le iniziative intraprese – ribadisce il direttore del SIMT dott. Crisà – sono frutto di una programmazione seria che tiene conto delle regole e dei parametri fissati dalla convenzione siglata per la fornitura delle sacche di sangue. Principi, questi, più volte ribaditi nel corso dei diversi incontri che il dott. Crisà ha avuto con le AVIS attive sul territorio.

Il programma realizzato tiene conto dei volumi di attività e può essere rimodulato sulla base delle necessità. Nel piano per il 2015 sono previste 24 giornate di raccolta, da incrementare qualora ve ne fosse bisogno. Confrontando i dati del 2014 – nella fase pre e post insediamento del dott. Crisà –  si può notare che nulla è cambiato in termini di quantità di sacche raccolte. Nel 2014 a Lipari nei primi nove mesi dell’anno, con 28 giornate,  le sacche sono state 394, con una media di 14 unità per giornata. Negli ultimi tre mesi dell’anno, con 8 giornate, le sacche sono state 101, con una media di quasi 13 unità per giornata.

Un lavoro, quello che il centro trasfusionale di Milazzo sta portando avanti, condiviso anche con l’Avis Regionale. Nei giorni scorsi, infatti il dott. Crisà ha incontrato il presidente regionale dell’Avis Sicilia, Salvatore Mandarà, con cui c’è piena sinergia e una visione comune. Anche le altre Avis della provincia, con una nota congiunta inoltrata all’Azienda, hanno voluto prendere le distanze dal presidente dell’Avis di Lipari. L’Azienda Sanitaria Provinciale e il dott. Crisà  – si sottolinea nella lettera inviata – sono sempre stati in prima linea accanto a noi per il raggiungimento di un traguardo importante quale è l’autosufficienza donazionale.

 

Comunicato Stampa