Patti24

 Breaking News

GIARDINI NAXOS – Movida estiva. Scoperti 6 lavoratori in nero, sanzioni e sospensione attività locale.

GIARDINI NAXOS – Movida estiva. Scoperti 6 lavoratori in nero,  sanzioni e sospensione attività locale.
Agosto 19
12:58 2021

Nei giorni scorsi, i Carabinieri della Compagnia di Taormina (ME) con il supporto dei Reparti speciali del Nucleo Ispettorato del Lavoro di Messina, del Nucleo Antisofisticazioni e Sanità di Catania e dei militari della Compagnia d’intervento Operativo del 12° Reggimento Sicilia, hanno intensificato i controlli agli esercizi commerciali nell’area di Giardini Naxos per la prevenzione ed il contrasto dei reati connessi con la movida estiva, nonché per il rispetto delle norme igienico sanitarie e della normativa sul lavoro.

I militari dell’Arma hanno effettuato diversi controlli ai locali pubblici di Giardini Naxos con il personale specializzato, verificando anche la posizione lavorativa di numerosi dipendenti.

All’esito dell’attività ispettiva presso un esercizio pubblico, i militari dell’Arma hanno scoperto la presenza di sei lavoratori in nero e, pertanto, hanno denunciato all’autorità giudiziaria l’amministratore unico per violazione della normativa relativa alla sicurezza sui luoghi di lavoro e al lavoro nero, in quanto oltre a non aver regolarizzato i lavoratori, avrebbe omesso di sottoporli a visita medica preventiva.

Nei suoi confronti sono state elevate le sanzioni amministrative per un ammontare di circa 25.000 euro e un’ammenda di circa 15.000 euro. Inoltre è stata disposta la sospensione dell’attività imprenditoriale in attesa della regolarizzazione delle infrazioni accertate.   

Nel corso del servizio diversi sono stati i controlli anche agli avventori e sono state identificate oltre 50 persone e controllate più di 30 autovetture.

Redazione da comunicato stampa

 
Patti24
Gruppo Facebook 16.188 membri
Iscriviti al gruppo
 
 
Patti 24
Gruppo Chiuso · 15.270 membri
Iscriviti al gruppo
 

“Il mondo è iniquità: se lo accetti sei complice, se lo cambi sei carnefice.”

Jean-Paul Sartre

RSS Sicilia