Patti24

News

 Breaking News

CAPO D’ORLANDO – Oltre sette milioni di euro per l’adeguamento sismico delle scuole

CAPO D’ORLANDO – Oltre sette milioni di euro per l’adeguamento sismico delle scuole
agosto 04
10:08 2018

“Raccogliamo i frutti del lavoro serio e attento di programmazione avviato in questi due anni di Amministrazione. E’ la politica del fare che mi piace, non quella delle parole. Con l’impegno quotidiano, anche silenzioso, si ottengono i risultati a beneficio della comunità”.

Così il Sindaco di Capo d’Orlando Franco Ingrillì commenta soddisfatto la notizia del finanziamento dei sei progetti per l’adeguamento sismico per altrettante scuole di Capo d’Orlando.

Nella graduatoria pubblicata dall’Assessorato Regionale dell’Istruzione e della Formazione Professionale figurano i progetti di fattibilità tecnico economica per l’adeguamento sismico della scuola di contrada Forno (importo lavori un milione e 900mila euro), Scuola Media “Mancari” di Via Piave (un milione 669mila euro), plesso scolastico di contrada Vina (un milione 334mila euro), Scuola Piscittina (865mila) e Scuola elementare di Via Roma (un milione 054mila euro).

Finanziato anche il progetto esecutivo di miglioramento sismico per la Scuola di contrada Furriolo per un importo di 550mila euro. Tutti i progetti sono stati redatti dall’Ufficio Tecnico Comunale e rientrano nella programmazione in materia di edilizia scolastica per il triennio 2018-2020.

“Avremo scuole più sicure e questo è un obiettivo prioritario per la nostra amministrazione, una risposta concreta per gli alunni e le loro famiglie oltre a tutti gli insegnanti e il personale scolastico” afferma ancora il Sindaco Ingrillì, mentre l’Assessore Susanna Di Bella sottolinea “il grande lavoro di progettazione e programmazione svolto dagli uffici che ci consentirà di mettere a disposizione luoghi pubblici di istruzione che rispettino tutti i parametri di sicurezza richiesti”.

 

 

Redazione da comunicato stampa

“Il mondo è iniquità: se lo accetti sei complice, se lo cambi sei carnefice.”

Jean-Paul Sartre

RSS Sicilia