Patti24

 Breaking News

PATTI – Il ”Movimento 5 Stelle” ha presentato la candidatura a sindaco di Domenico ”Nino” Miragliotta

PATTI – Il ”Movimento 5 Stelle” ha presentato la candidatura a sindaco di Domenico ”Nino” Miragliotta
Maggio 02
13:20 2016

Non più spendere per opere, ma operare per spendere”. Le parole della portavoce del Movimento 5 Stelle all’Ars Valentina Zafarana hanno fatto da sintesi alla presentazione del candidato sindaco di Patti alle amministrative del 5 giugno Domenico “Nino” Miragliotta, 43 anni, sposato, padre di due figli, laureato col massimo dei voti in Scienze Economiche per l’ambiente e la cultura all’Università di Messina e con un master in Economia e marketing del turismo rurale e dell’agroalimentare, sempre presso l’ateneo peloritano. Un modo nuovo, diverso di intendere e realizzare la politica, non contro qualcuno ma per i cittadini.conferenza_stampa_candidatura_Miragliotta_003

Da qui la “novità” dello slogan “Patti e Tindari 2020”, per una sorta di “rivoluzione culturale” che porti a valorizzare come merita il territorio, che dispone di immense ricchezze. Ciò senza dimenticare, come evidenziato dal parlamentare del Movimento, Francesco D’Uva, “la coerenza e il desiderio di rendere i cittadini partecipi della cosa pubblica”. Con tanto “trasporto” e estrema precisione, senza tralasciare i particolari e facendo trasparire un fortissimo legame con la propria città, Miragliotta, che è stato anche esperto di marketing alimentare del sindaco uscente Mauro Aquino, ha presentato i punti essenziali del programma elettorale “perché noi – ha detto – un programma ce l’abbiamo e i cittadini hanno il diritto di conoscerlo, non bastano le facce sorridenti sui manifesti, bisogna puntare alla concretezza e non ai sogni”

Sei i punti qualificanti: realizzazione di un sistema turistico integrato e organizzato; rilancio del settore agroalimentare; recupero, tutela e valorizzazione dei beni culturali; coesione sociale e sostegno ai più deboli; igiene e decoro urbano, politica energetica comunale, differenziata e riciclo, verde pubblico ed aree attrezzate, per rendere Patti città di transizione; sviluppo delle potenzialità individuali delle singole frazioni “che non possono essere considerate ha precisato – un problema, ma una risorsa, a patto che vengano valorizzate rispettando le loro peculiarità”.

“Ogni cinque anni, in prossimità delle elezioni – ha incalzato Miragliotta – si sente il solito ritornello: tanto, non cambia nulla. Noi vogliamo offrire alla città la possibilità di cambiare. Se non siamo in piazza è perché il nostro gruppo, coeso e democratico, è composto da persone che lavorano e, quindi, non hanno tempo di stare in giro. Non siamo contro nessuno, non attaccheremo nessuno ma non accetteremo che gli altri ci attacchino”. “Viviamo in una piccola realtà – ha concluso il candidato del M5S – e ci conosciamo tutti; io sono Nino Miragliotta e resterò tale pure dopo il 5 giugno”. Sabato sarà presentata la lista dei candidati al consiglio comunale.

 

 

Nicola Arrigo

Se adeguarsi vuol dire rubare, io non mi adeguo.

Se adeguarsi vuol dire rubare, io non mi adeguo.