Patti24

News

 Breaking News

SICILIA – Il CGA stoppa la Regione. Sette sindaci lasceranno le loro poltrone

SICILIA – Il CGA stoppa la Regione. Sette sindaci lasceranno le loro poltrone
aprile 11
19:52 2017

E’ arrivata a conclusione la questione inerente il decadimento di quei primi cittadini, e delle loro rispettive Giunte comunali, che non hanno visto approvato il Bilancio di previsione dai rispettivi civici consessi.

L’odierna pronuncia del Consiglio di Giustizia Amministrativa 11 aprile 2017 –n. 00089/2017 sul quesito urgente interpellato nuovamente dalla Presidenza della Regione, con effetto immediato, ha infatti decretato il decadimento di 7 comuni siciliani, nella Provincia di Messina rientrano Monforte san Giorgio, San Piero Patti e Valdina.

Come è noto, i tre comuni da tempo non sono più dotati del proprio organo consiliare in quanto sciolto dalla Regione proprio per non aver approvato l’esercizio finanziario ai sensi dell’art. comma 2bis dell’art 5 l.r. n. 17 del 2016 .

Da mesi vi era tra l’assemblea regionale siciliana e il governo regionale una querelle circa interpretazione ed applicabilità della norma stessa. Una vera e propria lotta trasformatasi presto in un percorso a ostacoli, tra l’assemblea regionale siciliana e il governo regionale, nell’interesse dei consiglieri dei comuni ora detti , un percorso intrapreso attraverso i deputati del gruppo pid- cantiere popolare, tecnicamente coadiuvati dalla dott.ssa Nadia Luciano attualmente collaboratrice della “Rivista Giuridica svimez”.

Lo dichiarano i Consiglieri: Viviana Cannistra’, Cattafi Giusi, Di Toro Domenico , Grasso Domenico, Merlino Francesco, Pinizzotto Antonio, Polito Rosario, Vianni Antonio di Monforte San Giorgio, DI DIO Fabio, PAGANA Francesco, DI BELLA Gianluca, CAMUTI Gianluca, SCHEPISI Alfonso, LA BELLA Mario, ARDIRI Graziella e PAGLIAZZO Vincenzina di San Piero Patti , Adele Danze’, Santina Di Stefano, Antonio Di Stefano, M Letizia La face, Carmelo Lo Surdo, e Carmelo Surdo di Valdina “Prima si è iniziato con la stesura di una interpellanza poi di una mozione per ottenere l’applicazione della legge regionale n. 17 del 2016 e specificatamente del comma 2bis dell’art 5….Oggi, assistiamo al parere del Consiglio di Giustizia Amministrativa con cui si chiude definitivamente la questione..”

Il CGA infatti nuovamente interpellato dal presidente della regione siciliana, sulla medesima questione ha cambiato però radicalmente il proprio parere, sostenendo “nel vigore dell’art. 2, l.r. n. 6/2017, e stante la sua immediata applicabilità, è dovere della Presidenza della Regione disporre la decadenza dei Sindaci dei Comuni i cui consigli comunali siano stati già sciolti, nonché, per i Comuni i cui consigli comunali debbano essere sciolti, disporre contestualmente la decadenza dei relativi Sindaci”.

In altri termini per una volta in Sicilia è prevalso il sindacato di legalità e soprattutto è prevalsa la legalità, la tenacia e l’amore dei consiglieri comunali della provincia di Messina, del gruppo parlamentare di opposizione pid- cantiere popolare e dei veri esperti

La Regione, entro giovedì, notificherà ai sindaci il decreto di decadenza, provvedimento che interesserà , pertanto, anche il primo cittadino di Monforte San Giorgio Giuseppe Cannistrà, San Piero Patti, Ornella Trovato, e Gianfranco Picciotto di Valdina

Redazione

RSS Ultim’Ora Ansa

RSS Live Sicilia

RSS Repubblica

Archivi