Patti24

News

 Breaking News

MILAZZO – Gli ultimi provvedimenti adottati dalla Giunta municipale. Gran parte sono autorizzazioni a resistere in giudizi per ricorsi presentati da cittadini

MILAZZO – Gli ultimi provvedimenti adottati dalla Giunta municipale. Gran parte sono autorizzazioni a resistere in giudizi per ricorsi presentati da cittadini
marzo 09
12:09 2017

Anche questa settimana gran parte dei provvedimenti adottati dall’Esecutivo comunale presieduto dal sindaco Giovanni Formica sono autorizzazioni a resistere in giudizi prevalentemente presso il Giudice di pace, per ricorsi presentati da cittadini.

E gli argomenti oggetto di contenzioso sono sempre gli stessi: richieste di risarcimento danni per infortunistica stradale, opposizione a cartelle esattoriali di tributi vari e di sanzioni elevate per violazione al codice della strada. In questo caso l’Ente si avvale di un proprio funzionario evitando così di dover ricorrere ad un legale esterno con ulteriori costi.

Alcune delibere riguardano invece procedimenti legati a vecchi espropri ancora in corso. La giunta ha poi prorogato il contratto per i lavoratori in regime transitorio dei lavori socialmente utili che attingono al Fondo Nazionale per l’Occupazione e l’accordo con le due cooperative che da anni collaborano col Comune nella promozione dell’offerta turistica. Si tratta della coop. “Valdemone” di Sant’Agata di Militello e della coop. “Quadrifoglio” di Milazzo, con le quali sarà sottoscritto protocollo sino al 31 dicembre 2019. Nessun onere economico per il Comune visto che i costi anche per il personale sono a carico della Regione. Le due cooperative avranno la funzione “di implementare la valorizzazione dei beni storici e i siti turistici della città, della tutela, la protezione e la promozione di tutto il patrimonio culturale-architettonico-ambientale”.

Approvato anche il Regolamento per lo svolgimento dei mercatini dell’hobbystica.

Infine cambia la tassa che dovranno pagare gli ambulanti che ogni anno partecipano alla festa di Santo Stefano in marina Garibaldi. La quota da versare al Comune per le quattro giornate di permanenza, passa da 100 a 200 euro in considerazione dell’aumento del costo dei servizi a cui l’Ente deve far fronte per garantire – nell’area interessata – la pulizia, l’ordine per il corretto svolgimento dei servizi durante il periodo dei festeggiamenti”.

 

 

Redazione da comunicato stampa

RSS Ultim’Ora Ansa

RSS Live Sicilia

RSS Repubblica

Archivi